Notizie

BARRIERE ARCHITETTONICHE: LE SCUOLE AVRANNO GLI ASCENSORI

Dopo la consegna dei lavori avvenuta nei giorni scorsi, sono già iniziati i nuovi interventi per l’abbattimento delle barriere architettoniche riferiti al finanziamento chiesto nell’anno 2009. Le opere di esecuzione, aggiudicate alla ditta Mancuso Salvatore di Valledolmo, consistono in interventi che interesseranno gli edifici scolastici della scuola elementare e del liceo classico, l’ufficio tecnico, l’ufficio di anagrafe e stato civile e la palestra comunale. 

In particolare saranno realizzati due ascensori all’interno dell’edificio che ospita la scuola elementare e il liceo nonché due servizi igienici (uno per ciascun istituto) accessibili anche a persone portatrici di handicap. Sempre nello stesso edificio sarà pavimentata la parte posteriore (quella di ingresso lato liceo classico) e sarà reso accessibile il percorso che dal cancello principale della scuola conduce sul retro dell’edifico costeggiando lo stabile, con conseguente eliminazione dei gradini  e addolcimento delle pendenze. Nella nuova palestra comunale saranno realizzati i nuovi servizi igienici  adeguati alle esigenze specifiche e saranno realizzati gli scivoli idonei a consentire l’accesso e la fruibilità degli ambienti a tutte le persone costrette all’uso della carrozzina.  

Gli stessi interventi  di cui sopra saranno realizzati anche presso lo stabile dello stagnone (anagrafe e stato civile) e presso l’Ufficio tecnico comunale dove i lavori sono già iniziati. I lavori interni presso la scuola elementare e il liceo inizieranno a conclusione del corrente anno scolastico per evitare disagi al normale svolgimento delle lezioni. 

Come già detto, i lavori di cui sopra, per un valore a base d’asta € 126.413,56, sono stati aggiudicati dalla ditta Mancuso Salvatore di Valledolmo con un ribasso del 9,3024%. L’importo, interamente finanziato dall’Assessorato Regionale delle Autonomie Locali, fa parte di un finanziamento più ampio di complessive € 262.890,22 che comprende oltre a quanto sopra specificato, l’assunzione di una persona a tempo determinato, l’acquisto di mobili e attrezzature e di ausili tecnici ed informatici necessari – come recita la legge – all’esercizio delle funzioni di competenza dei cittadini disabili chiamate a cariche elettive.

Superfluo aggiungere come le opere in argomento servano a tutti i cittadini.