Notizie

AGRICOLTORI: OCCUPATE LE AULE CONSILIARI DI ALTRI COMUNI

Si allarga la protesta partita dagli agricoltori valledolmesi che investe altri  comuni del circondario. Sulla piattaforma programmatica CODIFAS convergono ormai le proteste degli agricoltori dei comuni di Alia, Roccapalumba, Villalba, Alimena, Bompietro e Blufi che hanno già occupato le rispettive aule consiliari, mentre i comuni di Marianopoli, Resuttana, Santa Caterina e Caltavuturo dovrebbero aderire nelle prossime ore. È prevista per giorno 1 ottobre 2009 a Caltanissetta un corteo di pubblica sensibilizzazione della problematica con concentramento e sit-in permanente presso la locale Prefettura, a cui parteciperanno anche i sindaci  e la popolazione dei comuni coinvolti. 

La Piattaforma Programmatica  CODIFAS, a cui hanno aderito i Comitati spontanei degli agricoltori che si sono costituiti nei vari comuni, nell’intento di sollevare le sorti economiche del comparto agricolo, tutelare  la salute del consumatore e valorizzare le risorse del territorio Siciliano, prevede:

1.   Potenziamento delle azioni dirette a promuovere, in sede Comunitaria, la tutela e la valorizzazione del comparto cerealicolo – zootecnico;

2.   Revisione e ristrutturazione degli Organismi di controllo delle derrate alimentari al loro ingresso sul territorio nazionale;

3.   Introduzione della tracciabilità del grano duro e di tutti i prodotti derivati;

4.   Revisione del sistema delle sanzioni contro i trasgressori delle norme igienico sanitarie sugli alimenti;

5.   Costituzione, con la partecipazione della categoria dei produttori, di un  organismo Antitrust per il controllo dei prezzi dei mezzi tecnici usati in agricoltura e di tutti i derivati del grano duro;

6.   Adozione di legge Regionale che imponga agli enti pubblici isolani il consumo, nella misura almeno del 50% del fabbisogno, di alimenti prodotti in Sicilia;

7.   Modulazione del dazio sul grano duro d’importazione;

8.   Defiscalizzazione dei carburanti sia di estrazione fossile che biologica ed agevolazioni fiscali negli acquisti;

9.   Erogazione entro l’anno solare dei contributi dovuti per indennità compensative pregresse e attuali, titoli etc.

10.   Rinegoziazione dei mutui e dei prestiti agrari pendenti.

11.   Accesso agevolato al credito.

12.   Snellimento delle procedure dell’iter burocratico delle pratiche agricole e zootecniche ed esenzione degli oneri fiscali ed amministrativi.

13.   Adozione delle norme igienico sanitarie riconosciute che consentono uno snellimento nella movimentazione dei capi all’interno della regione Sicilia.

14.   Dare seguito alla LEGGE 9 marzo 2005, n. 3.
Interventi per la rimozione delle carcasse di animali morti in allevamenti o abbandonati. 

15.   Ripristino dell’attività di estrazione mineraria  per uso agricolo;Proposizione da parte delle Istituzioni di altre eventuali misure anche a carattere alternativo.