Notizie

AREA ARTIGIANALE: PROSEGUE L’ITER, APPROVATO IL REGOLAMENTO

L’amministrazione comunale, guidata dal sindaco Domenica Di Baudo, da tempo ha intrapreso un dialogo con gli imprenditori e gli artigiani per l’individuazione e la realizzazione di un’area per insediamento di Pip (Piano di insediamento produttivo) con l’avvio di un avviso pubblico per acquisire la manifestazione d’interesse da parte di operatori economici interessati alla localizzazione di piccole, medie attività industriali ed artigianali, consentendo l’acquisizione dei dati e l’individuazione dei soggetti interessati ad investimenti nell’area del piano, con identificazione della tipologia degli impianti e della verifica del rapporto numerico e dimensionale delle diverse attività da insediare.

I dati raccolti hanno consentito all’esperto del sindaco architetto Gaetano Lucania e all’ufficio tecnico di dimensionare gli spazi produttivi attrezzati per soddisfare le esigenze degli operatori economici individuate nel piano insediamenti produttivi costituente variante allo strumento urbanistico vigente. Il Comune di Valledolmo, dotato di piano regolatore generale, approvato dall’assessorato Territorio ed ambiente il 4 aprile 2006, prevede una zona per attività artigianale di 6,50 ettari, i cui vincoli preordinati all’espropriazione sono  decaduti, la quale negli anni non ha trovato attuazione, sia per la mancata predisposizione di un piano particolareggiato per consentire all’amministrazione l’espropriazione ed assegnazione delle aree che per la inidoneità delle aree stesse in quanto poste in zona molto accidentata, franosa e priva di accesso e collegamento con le arterie principali di svincolo del paese.

Il piano insediamenti produttivi (Pip) comprendente un’area di 8,68 ettari, individuata dagli dall’ufficio tecnico e dagli operatori economici in contrada Renella, prevede la realizzazione delle opere di urbanizzazione primaria (sede viaria, rete idrica e fognaria, pubblica illuminazione, gas), la realizzazione di 20 capannoni della superficie variabile da 300 a 4 mila metri quadrati, parcheggi e verde pubblico.

L’intervento ammonta a 4 milioni di euro alla cui realizzazione si provvederà mediante la contrazione già avvenuta di un mutuo con la Cassa Depositi e prestiti per 250 mila euro (acquisizione di aree) e di fondi della Comunità europea per la rimanente parte. Il piano insediamenti produttivi è stato approvato dal Consiglio comunale ed è in corso l’approvazione da parte dei competenti organi regionali, a seguito del quale si procederà all’assegnazione delle aree con il diritto di superficie o di proprietà agli operatori economici, sulla base del regolamento già posto all’approvazione del consigli comunale.

Le soluzioni progettuali sono state basate in modo da non creare contrasti nel contesto generale e con il luogo in cui si opera, e per riqualificare e migliore l’ambiente ed il paesaggio nel suo contesto generale. L’attuazione di tale programmazione si propone la creazione di nuovi posti di lavoro per consentire uno sviluppo economico e sociale all’intera collettività valledolmese.

Nella seduta del 20 marzo 2012 il Consiglio comunale ha approvato il regolamento per le assegnazioni delle aree.