Notizie

ATLETI DISABILI INCONTRANO GLI STUDENTI VALLEDOLMESI

Oggi non si distinguono più soggetti sani e soggetti malati. Non esiste il sano ed il malato ma piuttosto chi si sa difendere, chi trova forme di equilibrio e di integrazione e chi no: anche il concetto di handicap viene posto quindi in nuova luce. L' Onu nel 1946 definì  il concetto di salute come uno stato di completo benessere fisico, mentale e sociale che non consiste soltanto con l'assenza di malattie o infermità.Anche se molto ancora resta da fare, si vanno lentamente abbandonando le forme di pietismo, benevolenza o fratellanza astratta nei confronti delle persone con handicap. Ciò proprio perché si ritiene che ogni uomo abbia degli  handicap più o meno accentuati.Risulta, pertanto, necessario capire il concetto di handicap che oggi viene sempre più considerato come un'interruzione di comunicazione, intesa non solo a livello verbale, ciò che scriviamo o leggiamo, ma in tutte le forme attraverso le quali l'essere umano partecipa.Lo sport è visto come comunicazione e come linguaggio, non formale come può essere quello della stampa, bensì  come modello di comunicazione degli aspetti della personalità. Lo sport è una forma specifica di comunicazione e riassume vari livelli di integrazione motoria, mentale, sensoriale; esso permette l'integrazione psicosociale attraverso la partecipazione e la possibilità di scaricare tensioni come l'emotività o forme di blocco rafforzando carattere ed abilità, in conclusione rende più autonoma la persona. Attraverso la pratica di una o più discipline sportive si può migliorare l'approccio interpersonale con la società.

Lo sport aiuta a stimolare le proprie capacità individuali e a confrontarsi con i propri limiti che, attraverso un costante allenamento, possono essere superati: in questo senso lo sport è senza barriere e rende tutti uguali. È su questi temi che il 24 ottobre prossimo presso la palestra comunale di contrada Chiusa Madonna si confronteranno gli interventi dei relatori che parteciperanno all’incontro-dibattito “Sport e Disabilità”. Sarà presente l’assessore provinciale allo sport, dott. Michele Nasca, e saranno presenti gli atleti disabili, molti dei quali in carrozzina e plurimedagliati. William Russo ha vinto la medaglia d'oro ai mondiali di Varsavia nella spada e nel fioretto e più volte è stato campione europeo e mondiale di queste discipline. Ifigenia Neri è campionessa italiana di Coupaund nei 70 metri e nei 18 metri indoor, fa parte della nazionale ed ha partecipato ai mondiali di tiro con l'arco nella Repubblica Ceca ad agosto 2009. Veronica Floreno è atleta della nazionale di tiro con l'arco ed anche lei ha partecipato ai mondiali nella Repubblica Ceca. Antonino Lisotta è atleta della nazionale di tiro con l'arco, ha partecipato alle Paralimpiadi di Pechino, è arrivato quarto ai mondiali della Repubblica Ceca, è stato più volte campione italiano. Carmelo Forastieri è un pongista (atleta di ping pong) e velista ed è il responsabile del CIP Palermo per questa disciplina. Serafina Ruggeri, pongista, è una delle promesse per il tennis tavolo. Emanuele Carini è pongista di che ha gareggiato in molteplici gare internazionali. Giovanni La Mattina è pongista, arcere nonchè consigliere del CIP Palermo ed assistente tecnico di tennis tavolo.All’iniziativa parteciperanno gli studenti del locali liceo classico nonchè gli alunni e gli insegnati della scuola media.

Visualizza il programma

Cerca

COMUNE DI VALLEDOLMO - VIA CHIAVETTA - C.F. 87001710828 - P.I. 02670280821 - TEL. 0921-544300 - FAX- 0921-544340 - 543464